Home » Articles posted by Roberto Delle Donne

Author Archives: Roberto Delle Donne

Documenti della Sismed

Documento del Coordinamento delle Società Storiche e di altri enti sulla recente riforma dell’esame di maturità

Il Coordinamento della Giunta centrale per gli studi storici e delle società degli storici ha appreso oggi con grande sconcerto delle modifiche riguardanti la prima prova scritta dell’esame di stato (Circolare MIUR n. 3050 del 4 ottobre 2018 e Documento di lavoro della commissione presieduta da Luca Serianni). La scomparsa della tradizionale traccia di Storia dalle tipologie previste per l’esame di maturità sembra seguire un percorso di marginalizzazione della storia nel curriculum scolastico, già iniziato con la diminuzione delle ore d’insegnamento negli istituti professionali. Si tratta di un’immotivata novità che riduce di fatto la rilevanza della Storia come disciplina di studio in grado di orientare i giovani nelle loro scelte culturali e di vita. Svilire in questo modo la specificità del sapere storico nella formazione scolastica significa inoltre accelerare, forse senza rendersene conto, un processo già in atto di riduzione del significato dell’esperienza del passato come patrimonio di conoscenze per la costruzione del futuro.

(altro…)

Società storiche: Attività

Gli storici e la didattica della Storia. Scuola e Università

Coordinamento delle Società storiche

Gli storici e la didattica della Storia.

Scuola e Università

Roma, 25 – 26 ottobre 2018

(altro…)

In ricordo

Scomparsa di David Jacoby

È venuto a mancare David Jacoby (1928-2018), professore emerito di Storia medievale alla Hebrew University di Gerusalemme, grande studioso di storia mediterranea. Aveva conseguito il dottorato alla Sorbona di Parigi, per poi svolgere attività di ricerca e di insegnamento in diverse università statunitensi ed europee, tra cui Venezia. Nel 1973 gli era stato conferito il Prix Gustave Schlumberger dell’Académie des Inscriptions et Belles-Lettres di Parigi. Era membro dei comitati scientifici delle riviste “Mediterranean Historical Review” e “Crusades”. I suoi interessi di ricerca sono andati agli scambi interculturali tra l’Occidente e l’Oriente del Mediterraneo, in particolare tra Venezia, Bisanzio e i suoi territori, gli Stati crociati di Levante, Cipro e l’Egitto mamelucco, tra il IX e il XV secolo. Ha studiato inoltre la produzione e il commercio della seta nel medioevo; nonché la storia degli ebrei nel bacino del Mediterraneo.

In ricordo

Scomparsa di Riccardo Fubini

Riccardo Fubini, morto nella sua casa di Firenze lo scorso 9 luglio, è stato uno dei maggiori studiosi dell’Umanesimo e del Rinascimento, nonché della storia politica italiana fra XIV e XVI secolo. Nato a Trieste il 30 agosto 1934, si era formato alla Scuola Normale Superiore di Pisa; dopo aver insegnato Storia della letteratura medievale e umanistica, orientò il suo insegnamento alla Storia del Rinascimento, per la quale divenne professore ordinario a Siena nel 1980; dal 1984 si trasferì nell’ateneo fiorentino dove tenne il corso di Storia del Rinascimento fino al 2008. (altro…)

I Convegno SISMED della medievistica italiana (14-16 giugno 2018): galleria di immagini

Convegni e seminari

Bando Scuola dottorale Mondi mediterranei e Italia meridionale nel Medioevo: scadenza 12 maggio 2018

Università degli Studi di Salerno
Università degli Studi della Basilicata
Università degli Studi di Napoli Federico II
École française de Rome

BANDO DI CONCORSO
SCUOLA DOTTORALE DI ALTA FORMAZIONE

Mondi mediterranei e Italia meridionale nel Medioevo
VII Seminario Internazionale

Le fonti per la storia religiosa

Salerno, campus universitario di Fisciano
18-22 giugno 2018

Bando: http://disu.unibas.it/site/home/documento2023152.html

(altro…)

In ricordo

Scomparsa di Armando Petrucci

Con Armando Petrucci (Roma, 1° maggio 1932 – Pisa, 23 aprile 2018) scompare un grande medievista, che come pochissimi altri ha saputo riversare le sue raffinate conoscenze specialistiche di paleografia latina e diplomatica in una storia della cultura di grande respiro, aperta alle diverse modalità dello “scrivere” (il libro, l’epistolografia, le scritture esposte), in costante dialogo con tutte le altre discipline, non solo storiche e letterarie.
Laureatosi in Lettere a Roma “La Sapienza” nel 1955, è stato archivista di Stato e conservatore dei manoscritti alla Biblioteca dell’Accademia nazionale dei Lincei. Ha poi insegnato alla Scuola speciale per archivisti e bibliotecari dell’Università di Roma, all’Università di Salerno, alla Scuola Normale Superiore di Pisa e in prestigiose università statunitensi e francesi. Ha diretto le riviste “Scrittura e civiltà” e “Alfabetismo e cultura scritta” ed è stato membro dell’Académie Royale de Belgique. Ha pubblicato opere che hanno avuto vasta risonanza internazionale dedicate alla storia della scrittura e del libro, alla storia dell’alfabetismo, alla storia delle biblioteche e dell’erudizione.

In ricordo

Scomparsa di Jean Flori

Si è spento il 18 aprile Jean Flori, tra i massimi studiosi delle “ideologie guerriere” dei secoli XI e XII. Nato il 7 aprile 1936 a Lillebonne, è stato allievo di Georges Duby e directeur de recherche al CNRS e al Centre d’Études Supérieures de civilisation médiévale di Poitiers.
Ha dedicato le sue ricerche ai temi della cavalleria medievale, della crociata, della guerra santa e delle attese escatologiche, alle figure di Pietro l’Eremita, Riccardo Cuor di Leone, Filippo Augusto ed Eleonora di Aquitania. In italiano sono stati tradotti molti suoi volumi.

In evidenza

Bertinoro, 14-16 giugno 2018: I Convegno della medievistica italiana, Programma

I Convegno della medievistica italiana

Bertinoro (Forlì-Cesena), 14-16 giugno 2018
Informazioni
Programma

Notizie

Le Società Storiche sulla riproducibilità gratuita, con mezzi propri, della documentazione e del materiale librario

Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della riproducibilità gratuita, con mezzi propri, della documentazione e del materiale librario, conservato in archivi e biblioteche.

 

Molti soci ci segnalano una difforme applicazione della normativa relativa alle disposizioni sulla riproducibilità del materiale posseduto negli Archivi di Stato. La richiesta preventiva di autorizzazione e, ancor più, la negazione del permesso di riproduzione con mezzi propri che non stabiliscano contatto con la documentazione da riprodurre, appaiono negare il contenuto stesso della legge approvata il 29 agosto scorso. Ciò appare grave anche in considerazione della conferma data dallo stesso ministro Franceschini in una recente trasmissione televisiva in cui ribadiva la libera riproducibilità anche negli archivi, oltre che nelle biblioteche. Mentre la norma appare rispettata in modo uniforme negli istituti bibliotecari, per ciò che concerne gli Archivi di Stato, si sono riscontrati ostacoli, eccezioni, impedimenti che contrastano con il principio cardine consistente nel fatto che tutto ciò che è consultabile sia riproducibile (nel rispetto, ovviamente, dei mezzi utilizzati e puntualmente indicati dalla legge). Avendo apprezzato pubblicamente quanto disposto dal legislatore, oggi non possiamo che chiedere un’uniforme applicazione della norma e dei principi che essa contiene.

  • English
  • Italiano

Coordinamento
delle Società Storiche

Verbali
Attività
Documenti


I Convegno SISMED della medievistica italiana
Bertinoro (Forlì-Cesena)
14-16 giugno 2018


Premio Sismed 2017

La Sismed bandisce un premio riservato ad un’opera prima, consistente in una monografia inedita di ambito storico medievistico
Scadenza: 31 marzo 2018
Ulteriori informazioni


Reti Medievali

La Sismed e Reti Medievali hanno siglato una convenzione per sostenere la più ampia diffusione in rete, in libero accesso, delle pubblicazioni e delle iniziative scientifiche degli storici del medioevo.

Sezioni di Reti Medievali:
Calendario
Didattica
E-Book
Memoria
Open Archive
Repertorio
Rivista
Febbraio: 2019
L M M G V S D
« Gen    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728  

Login