Home » In ricordo

In ricordo

In ricordo

Scomparsa di Armando Petrucci

Con Armando Petrucci (Roma, 1° maggio 1932 – Pisa, 23 aprile 2018) scompare un grande medievista, che come pochissimi altri ha saputo riversare le sue raffinate conoscenze specialistiche di paleografia latina e diplomatica in una storia della cultura di grande respiro, aperta alle diverse modalità dello “scrivere” (il libro, l’epistolografia, le scritture esposte), in costante dialogo con tutte le altre discipline, non solo storiche e letterarie.
Laureatosi in Lettere a Roma “La Sapienza” nel 1955, è stato archivista di Stato e conservatore dei manoscritti alla Biblioteca dell’Accademia nazionale dei Lincei. Ha poi insegnato alla Scuola speciale per archivisti e bibliotecari dell’Università di Roma, all’Università di Salerno, alla Scuola Normale Superiore di Pisa e in prestigiose università statunitensi e francesi. Ha diretto le riviste “Scrittura e civiltà” e “Alfabetismo e cultura scritta” ed è stato membro dell’Académie Royale de Belgique. Ha pubblicato opere che hanno avuto vasta risonanza internazionale dedicate alla storia della scrittura e del libro, alla storia dell’alfabetismo, alla storia delle biblioteche e dell’erudizione.

In ricordo

Scomparsa di Jean Flori

Si è spento il 18 aprile Jean Flori, tra i massimi studiosi delle “ideologie guerriere” dei secoli XI e XII. Nato il 7 aprile 1936 a Lillebonne, è stato allievo di Georges Duby e directeur de recherche al CNRS e al Centre d’Études Supérieures de civilisation médiévale di Poitiers.
Ha dedicato le sue ricerche ai temi della cavalleria medievale, della crociata, della guerra santa e delle attese escatologiche, alle figure di Pietro l’Eremita, Riccardo Cuor di Leone, Filippo Augusto ed Eleonora di Aquitania. In italiano sono stati tradotti molti suoi volumi.

In ricordo

Scomparsa di Giuseppe Galasso

Giuseppe Galasso

Si è spento la notte scorsa Giuseppe Galasso (Napoli, 19 novembre 1929 – Pozzuoli, 12 febbbraio 2018). Insigne storico e meridionalista, dal 1966 professore ordinario di storia medievale e moderna all’Università Federico II di Napoli, è stato presidente della Società napoletana di storia patria, presidente della Biennale di Venezia e presidente della Società Europea di Cultura. Dal 1977 era socio dell’Accademia dei Lincei. Studioso di Napoli, dell’Italia meridionale e dell’Europa dai secoli altomedievali all’età moderna fino al presente, ha dedicato importanti contributi anche alla storia della storiografia e delle idee, con particolare attenzione al pensiero di Benedetto Croce. All’intensa attività di ricerca ha sempre unito un vasto impegno civile e politico, che lo ha portato a ricoprire importanti incarichi istituzionali, come quello di sindaco di Napoli (1975), sottosegretario al Ministero dei Beni culturali e Ambientali (1983-1987) e sottosegretario al Ministero per l’intervento straordinario nel Mezzogiorno (1988-1991). A lui si deve nel 1985 una legge ancora oggi fondamentale per la tutela del paesaggio.

.

Notizie

Lutto: è venuto a mancare Giovanni Miccoli

È morto Giovanni Miccoli (Trieste, 1933-2017). Si era laureato in Lettere nel 1956 alla Normale, dove ebbe tra i suoi maestri Ottorino Bertolini, Delio Cantimori e Arsenio Frugoni. Aveva poi perfezionato gli studi all’Università di Monaco di Baviera e al Warburg Institute di Londra. Ha insegnato alla Scuola Normale Superiore di Pisa e nelle università di Pisa, Venezia e Trieste.
La SISMED e Reti Medievali rendono omaggio alla memoria del grande storico, che ha alimentato costantemente la sua rigorosa riflessione sulla Chiesa contemporanea con lo studio di alcuni momenti e figure cruciali della storia del cristianesimo medievale italiano, dalla riforma gregoriana a Francesco e il francescanesimo.

Notizie

Paolo Prodi: un ricordo

paolo prodi

“Penso che la gabbia disciplinare vada spezzata per poter dare un nuovo senso alla disciplina storica come studio della genesi della modernità” (P. Prodi). Anche per i medievisti Paolo Prodi è stato un grande maestro, che ha esplorato i fondamenti della civiltà europea: la genesi della laicità, la storia della giustizia e del giuramento, le forme storiche della cristianità. Lo ricordiamo anche come docente appassionato, come organizzatore di cultura, come intellettuale civilmente impegnato.

Notizie

Lutto: è venuto a mancare Augusto Vasina

Sabato 15 ottobre è venuto a mancare Augusto Vasina, professore emerito di Storia medievale dell’Università di Bologna. Piemontese di origine – era nato a Novara nel 1929 –, aveva studiato a Bologna dove era stato allievo di Eugenio Duprè Theseider.
Nel corso della sua lunga carriera accademica ha insegnato Storia medievale prima a Lecce, poi a Padova e infine a Bologna, dove ha diretto per trent’anni il gruppo di ricerca di storia del territorio del Dipartimento di Paleografia e Medievistica, promuovendo ricerche collettive che hanno dato origine a repertori importanti sia delle cronache, sia degli statuti emiliani e romagnoli.
La sua attività di ricerca è sempre stata incentrata sulla storia della Romagna medievale di cui è stato profondo e appassionato cultore.
Tiziana Lazzari

 

Foto ISIME

Notizie

Scomparsa di Girolamo Arnaldi

Si è spento ieri a Roma Girolamo Arnaldi, uno tra i più grandi medievisti italiani. Nella sua lunga attività di studioso e di professore universitario, prima a Bologna e poi a Roma La Sapienza, Arnaldi ha affrontato ambiti di ricerca assai diversi: dalla storia dell’alto medioevo a quella di Roma e del papato, dalla cronachistica alla storia dell’università, dalla storia della storiografia a quella della letteratura medievale. 

Socio nazionale dell’Accademia dei Lincei e Cavaliere al merito della Repubblica italiana, Arnaldi era anche Chevalier de la Légion d’honneur e Chevalier de l’Ordre des Arts et Lettres. Per molti anni è stato Presidente dell’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo e ha diretto l’Enciclopedia dei papi e il Repertorium Fontium Historiae Medii Aevi. 

  • English
  • Italiano

Coordinamento
delle Società Storiche

Verbali
Attività
Documenti


I Convegno SISMED della medievistica italiana
Bertinoro (Forlì-Cesena)
14-16 giugno 2018


Premio Sismed 2017

La Sismed bandisce un premio riservato ad un’opera prima, consistente in una monografia inedita di ambito storico medievistico
Scadenza: 31 marzo 2018
Ulteriori informazioni


Reti Medievali

La Sismed e Reti Medievali hanno siglato una convenzione per sostenere la più ampia diffusione in rete, in libero accesso, delle pubblicazioni e delle iniziative scientifiche degli storici del medioevo.

Sezioni di Reti Medievali:
Calendario
Didattica
E-Book
Memoria
Open Archive
Repertorio
Rivista

 

aprile: 2018
L M M G V S D
« Mar    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Login