Home » Notizie

Notizie

Notizie

Interdisciplinarità: incontro tra il Coordinamento delle Società storiche e l’Anvur

Il 4 luglio il presidente dell’Anvur, Paolo Miccoli, ha ricevuto una delegazione del Coordinamento delle Società storiche, composta da Andrea Giardina, presidente della Giunta Centrale per gli Studi storici e i colleghi Fulvio Cammarano e Luigi Mascilli Migliorini. Era presente anche la collega Maria Luisa Meneghetti, membro del CdA dell’Anvur.

L’incontro faceva seguito ad una richiesta avanzata dal Coordinamento delle società storiche in merito ad una proposta da esso elaborata al fine del riconoscimento interdisciplinare delle riviste di fascia A nei settori storici. L’incontro si è svolto in una atmosfera cordiale, con ripetuti scambi di opinione in merito anche alle più generali questioni attinenti alle procedure di valutazione della ricerca. In questo senso il presidente Miccoli, così come la collega Meneghetti, hanno con convinzione sostenuto la necessità di una attenzione esplicita alle problematiche della interdisciplinarità, ritenendola un carattere peculiare delle pratiche attuali della ricerca. A giudizio del presidente, come egli ha avuto occasione di precisare, la proposta presentata e illustratagli in questa circostanza, interpreta correttamente queste esigenze di interdisciplinarità e va incontro alle nuove linee programmatiche di recente adottate dal CdA dell’Anvur.

La proposta verrà, quindi, sollecitamente portata all’attenzione del CdA alla ripresa autunnale, auspicando che non mancheranno in futuro nuove occasioni di incontro e di riflessione sui temi affrontati in questo primo incontro.

I Convegno SISMED della medievistica italiana (14-16 giugno 2018): galleria di immagini

In ricordo

Scomparsa di Armando Petrucci

Con Armando Petrucci (Roma, 1° maggio 1932 – Pisa, 23 aprile 2018) scompare un grande medievista, che come pochissimi altri ha saputo riversare le sue raffinate conoscenze specialistiche di paleografia latina e diplomatica in una storia della cultura di grande respiro, aperta alle diverse modalità dello “scrivere” (il libro, l’epistolografia, le scritture esposte), in costante dialogo con tutte le altre discipline, non solo storiche e letterarie.
Laureatosi in Lettere a Roma “La Sapienza” nel 1955, è stato archivista di Stato e conservatore dei manoscritti alla Biblioteca dell’Accademia nazionale dei Lincei. Ha poi insegnato alla Scuola speciale per archivisti e bibliotecari dell’Università di Roma, all’Università di Salerno, alla Scuola Normale Superiore di Pisa e in prestigiose università statunitensi e francesi. Ha diretto le riviste “Scrittura e civiltà” e “Alfabetismo e cultura scritta” ed è stato membro dell’Académie Royale de Belgique. Ha pubblicato opere che hanno avuto vasta risonanza internazionale dedicate alla storia della scrittura e del libro, alla storia dell’alfabetismo, alla storia delle biblioteche e dell’erudizione.

In evidenza

Bertinoro, 14-16 giugno 2018: I Convegno della medievistica italiana, Programma

I Convegno della medievistica italiana

Bertinoro (Forlì-Cesena), 14-16 giugno 2018
Informazioni
Programma

Presentazione del volume “Istituzioni, scritture, contabilità. Il caso molisano nell’Italia medievale”

L’Università degli studi del Molise organizza a Campobasso, l’11 aprile 2018 alle ore 11.00, la presentazione del volume a cura di Isabella Lazzarini, Armando Miranda e Francesco Senatore

Istituzioni, scritture, contabilità.
Il caso molisano nell’Italia tardomedievale
Roma, Viella, 2017

Per ulteriori informazioni, scaricare il programma.

Notizie

Le Società Storiche sulla riproducibilità gratuita, con mezzi propri, della documentazione e del materiale librario

Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della riproducibilità gratuita, con mezzi propri, della documentazione e del materiale librario, conservato in archivi e biblioteche.

 

Molti soci ci segnalano una difforme applicazione della normativa relativa alle disposizioni sulla riproducibilità del materiale posseduto negli Archivi di Stato. La richiesta preventiva di autorizzazione e, ancor più, la negazione del permesso di riproduzione con mezzi propri che non stabiliscano contatto con la documentazione da riprodurre, appaiono negare il contenuto stesso della legge approvata il 29 agosto scorso. Ciò appare grave anche in considerazione della conferma data dallo stesso ministro Franceschini in una recente trasmissione televisiva in cui ribadiva la libera riproducibilità anche negli archivi, oltre che nelle biblioteche. Mentre la norma appare rispettata in modo uniforme negli istituti bibliotecari, per ciò che concerne gli Archivi di Stato, si sono riscontrati ostacoli, eccezioni, impedimenti che contrastano con il principio cardine consistente nel fatto che tutto ciò che è consultabile sia riproducibile (nel rispetto, ovviamente, dei mezzi utilizzati e puntualmente indicati dalla legge). Avendo apprezzato pubblicamente quanto disposto dal legislatore, oggi non possiamo che chiedere un’uniforme applicazione della norma e dei principi che essa contiene.

Presentazione del volume “Storia del lavoro in Italia. Il Medioevo”

 La Biblioteca comunale degli Intronati (Comune di Siena) organizza a Siena, il 21 febbraio 2018 alle ore 17.30, la presentazione del volume a cura di Franco Franceschi

Storia del lavoro in Italia.
Il Medioevo: dalla dipendenza personale al lavoro contrattato
Roma, Castelvecchi, 2017

Per ulteriori informazioni, scaricare il programma.

Presentazione del volume “Il bestiario del papa”

Il Dipartimento di Storia, archeologia e storia dell’arte dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e l’associazione Italia medievale organizzano, il 23 febbraio 2018 alle ore 11, a Milano, la presentazione del volume di Agostino Paravicini Bagliani

Il bestiario del papa
Torino, Einaudi, 2016

Per ulteriori informazioni, scaricare il programma.

Presentazione del volume “Il corpo della città”

Nell’ambito del ciclo di incontri “Passaggi a nord-ovest. Riflessioni sugli spazi piemontesi dall’antichità al Novecento”, il 6 febbraio 2018 alle ore 16.15 si terrà a Torino la presentazione del volume di Marta Gravela

Il corpo della città.
Politica e parentela a Torino nel tardo Medioevo
Roma, Viella, 2017

Per ulteriori informazioni, scaricare il programma.

In evidenza

Comunicato della Sismed sulla libera riproduzione digitale di beni archivistici e bibliotecari

Comunicato della Sismed sulla libera riproduzione digitale di beni archivistici e bibliotecari per finalità di ricerca.

 

La Società italiana degli storici medievisti (Sismed), già da diversi anni, si è fatta promotrice della libera riproduzione digitale di libri e manoscritti con mezzo proprio negli istituti archivistici e bibliotecari per finalità di ricerca. A suo tempo, ha molto apprezzato il dettato originario del decreto legge Art Bonus, approvato il primo giugno 2014, e ha manifestato il proprio disappunto quando appena un mese più tardi un emendamento restrittivo escludeva i beni bibliografici e archivistici dalla liberalizzazione, snaturando lo spirito del decreto e procurando notevole danno alla ricerca storica.

Il 2 agosto scorso è stato approvato in via definitiva il ddl concorrenza, che ha finalmente ripristinato la liberalizzazione delle riproduzioni dei beni bibliografici e archivistici per finalità di ricerca, nel rispetto delle norme a tutela del diritto d’autore e della riservatezza dei dati sensibili. La Sismed esprime perciò soddisfazione per tale importante traguardo e auspica che in sede attuativa si tenga conto dei criteri guida espressi dal Consiglio Superiore per i Beni culturali e Paesaggistici in data 16 maggio 2016 (http://www.beniculturali.it/mibac/multimedia/MiBAC/documents/1463492168928_Mozione_Riproduzioni_CSBCP_16_maggio_2016.pdf) per assicurare piena efficacia alle nuove norme e rispondere alle esigenze di tutti coloro che svolgono attività di ricerca.

  • English
  • Italiano

Coordinamento
delle Società Storiche

Verbali
Attività
Documenti


I Convegno SISMED della medievistica italiana
Bertinoro (Forlì-Cesena)
14-16 giugno 2018


Premio Sismed 2017

La Sismed bandisce un premio riservato ad un’opera prima, consistente in una monografia inedita di ambito storico medievistico
Scadenza: 31 marzo 2018
Ulteriori informazioni


Reti Medievali

La Sismed e Reti Medievali hanno siglato una convenzione per sostenere la più ampia diffusione in rete, in libero accesso, delle pubblicazioni e delle iniziative scientifiche degli storici del medioevo.

Sezioni di Reti Medievali:
Calendario
Didattica
E-Book
Memoria
Open Archive
Repertorio
Rivista
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Login